Therme Bad Worishofen - Bad Worishofen (Bayern)

Esterno con la grande sauna finlandese sullo sfondo
Esterno con la grande sauna finlandese sullo sfondo

 

La zona

 

Bad Worishofen è una città termale del Basso Allgau, nella Baviera del sud (80 KM da Monaco). 

La città è diventata famosa soprattutto perchè in qualità di parroco vi operò Sebastian Kneipp, convinto assertore delle qualità terapeutiche dell'acqua (idroterapia) e ideatore del famoso metodo che ha preso il suo nome e che consiste nell'effettuare frequenti bagni nell'acqua fredda per stimolare la circolazione sanguigna, la regolazione termica dell'organismo e le altre funzioni di base quali il metabolismo e la respirazione. Immediatamente fuori dal centro abitato di Bad Worishofen, all'interno di un bosco, si snoda un sentiero di 11 km, che può essere percorso sia a piedi che in bicicletta, dove a intervalli regolari si possono trovare stazioni di sosta attrezzate per i bagni kneipp con apposite vasche o addirittura direttamente dentro il ruscello.

Oltre 250 km di piste ciclabili e sentieri fanno della zona un vero paradiso per gli appassionati.  

Veduta panoramica
Veduta panoramica

 

Le Terme Bad Worishofen

 

La struttura delle terme, vista da fuori è davvero imponente.  Arriviamo il pomeriggio verso le 15:00 dopo aver trascorso la mattinata in bicicletta alla scoperta dei boschi e delle campagne circostanti. Lasciamo l'auto nel grande parcheggio, proprio di fronte al portale d'ingresso ed entriamo in una grande galleria dove ai nostri lati si aprono esercizi commerciali.  Proseguendo per qualche decina di metri arriviamo quasi in fondo alla galleria. Qua troviamo sulla sinistra le casse per entrare alla zona termale e alle piscine, a destra quelle per entrare in area saune. In alto, sopra ogni cassa, dei grandi tabelloni riportano le tariffe nelle varie opzioni: 2 ore, 4 ore, giornaliera, family, etc.  Capiamo che le tariffe indicate si riferiscono all'accesso alla sola zona termale. Per abbinare la sauna occorre pagare un sovrapprezzo. Stessa cosa se il giorno è festivo. Ci avviciniamo alla cassa di destra e acquistiamo l'ingresso: mostrando la guest card che abbiamo ricevuto dalla titolare della nostra pensione complessivamente paghiamo in due 74 euro (1 euro di sconto a persona), di certo un prezzo non proprio economico. Indossiamo l'immancabile braccialetto magnetico consegnatoci dalla cassiera, quindi entriamo negli spogliatoi che sono comuni, non divisi per genere. Depositiamo I nostri abiti ed entriamo nella zona saune.

Piscina tropicale
Piscina tropicale

 

Vitalbad & Saunen

 

All'ingresso siamo colpiti da un forte rumore di acqua che cade. Alla nostra sinistra infatti si apre una ampia stanza, ambientata a grotta, con al centro una cascata artificiale utilizzata per lo shock termico post-sauna. Un metodo interessante (e piacevole) mai visto sino ad ora nei diversi centri benessere visitati. Proseguendo, ci colpisce ancor di più la maestosità della scenografia "tropicaleggiante" di tutta l'area. Di fronte a noi, al centro dell'edificio, la piscina con acqua calda, dotata di lettini e sedili ad idromassaggio, e dalla quale si può anche raggiungere il bancone di un piccolo bar senza uscire dall'acqua. La piscina si sviluppa per la maggior parte all'interno dell'edificio, ma tramite un passaggio protetto è possibile uscire direttamente in una seconda più piccola vasca esterna. Fiori coloratissimi, piante di vari tipi e palme nane circondano la piscina e la separano da una serie di lettini da mare disposti a raggiera sul bordo. Altri lettini  per il relax sono collocati alla nostra sinistra su un pavimento flottante sollevato da terra una cinquantina di cm. Al centro di questa zona relax una vasca idromassaggio tonda di dimensioni ridotte che può ospitare 5-6 persone. Sempre sulla sinistra un altro bar-ristorante oltre il quale si apre il corridoio che porta alla zona termale tessile. Parte del tetto e la parete di fronte a noi sono costituite da enormi vetrate e questo alimenta la sensazione di trovarsi all'interno di una gigantesca serra tropicale. Alla nostra destra vediamo le prime cabine sauna mentre in alto sulla sinistra un grande soppalco, accessibile tramite una scala interna, adibito a zona relax, sotto al quale si trovano ulteriori saune. Sulla destra, subito dopo il bar immerso nella piscina, una porta girevole stile hotel consente l'uscita all'esterno. 

Veduta aerea (zona saune sulla sinistra)
Veduta aerea (zona saune sulla sinistra)

 

Area esterna

 

 

Iniziamo la nostra esplorazione e, come da aspettative, ci rendiamo subito conto che l'esterno è qualcosa di davvero speciale. Tutte le situazioni paesaggistiche e scenografiche sono rappresentate. Al centro un lago artificiale (non balneabile) che si sviluppa solo in piccola parte nella zona saune e per il resto lambisce le "coste" della più vasta area esterna delle vasche termali (tessili), area che però dalla nostra postazione non è visibile, così come, per ovvie ragioni di privacy, i bagnanti della zona termale non hanno visibilità su quelli della zona nuda. A bordo lago, sulla destra, un piccolo lido sabbioso realizzato a semicerchio e un ampio pontile di legno, ospitano diversi lettini da mare per l'abbronzatura integrale. Dietro alla spiaggia e al pontile, tre saune realizzate a casetta, una di queste è esageratamente enorme. Sulla sinistra, raggiungibile mediante una passerella di legno, la vasca d'acqua calda continuazione della piscina interna, una ulteriore sauna e una casetta contenente divanetti e una stufa a legna (spenta in questo periodo) per il relax. Al termine della passerella una porta ci introduce nuovamente all'interno.  

 

Le cabine sauna (Saunaattraktionen)

 

Sono tante, tra interne ed esterne ne contiamo 12. In una giornata è difficile provarle tutte. Le elenchiamo e tentiamo di descriverle:

 

Interne

  • Römer-Sauna 65° C - in stile tradizionale romano, denominata sauna  Colosseo per la sistemazione ad arena delle panche; le sedute sono accompagnate da musica classica
  • Meditationssauna 70° C - arredata in stile giapponese, ottima per aufguss rilassanti; un angolo della cabina è composto da vetrate e da un acquario con pesci tropicali
  • Alhambra 65° C - in stile moresco con ambientazione da mille e una notte  
  • Backhäusle 60° C - in stile "panetteria"; infatti a orari fissi un paio di volte al giorno ai presenti in sauna viene omaggiato un panino caldo appena sfornato
  • Kelo-Stadl 85° C - sauna classica usata principalmente per gli aufguss
  • Stollen 80° C - altra sauna classica realizzata in tronchi di pino
  • Blaue Grotte 45° C - bagno turco che nel nome si richiama alla Grotta Azzurra di Capri; ingegnoso il sistema di lavaggio dei sedili effettuato mediante la pressione di un pulsante che rilascia un getto di acqua a ventaglio

Esterne

  • Löyly-Hütte 90° C  - sulla spiaggia di sabbia bianca, costruita in stile fortino. La parola Loyly deriva dal finlandese e identifica il vapore acqueo prodotto dalle gettate di vapore
  • Strandsauna 95° C -  classica sauna finlandese costruita sulla spiaggia
  • Blockhaus am See 80° C - è una imponente sauna, utilizzata anche per gli aufguss, può ospitare più di 150 persone ma di norma è poco frequentata  
  • Kelosauna 85° C - accessibile dall'interno ma le finestre consentono una veduta panoramica del lago 
  • Kräuter-Sauna 55° C - sauna alle erbe arricchite con estratti e oli essenziali 

Aufguss

 

Il programma degli aufguss è pressochè infinito. Dalle 10 di mattina fino a chiusura, ogni mezzora vari tipi di aufguss si susseguono nelle diverse cabine.  Dal pieghevole che abbiamo prelevato in cassa ne contiamo trentuno.  Occorre comunque dire che gli aufguss tedeschi sono molto brevi, non durano mai più di 6-7 minuti. In ogni caso il numero è quasi esagerato.  Noi ne facciamo alcuni, al miele e al sale, in finlandese, e un'altro denominato La Dolce Vita (proprio in italiano) nella sauna Colosseo, molto coreografico, con operatrice in tunica romana che sventola bandiere e grandi ventagli.     

 

Conclusione

 

Struttura imponente ma comunque vivibile. Ambientazione da film. In estate la zona interna è forse troppo calda e umida, meglio stazionare all'aperto. Unica nota negativa il pavimento in pietra della grande sauna da 150 posti è ustionante....

 

 

(giugno 2016)

Scrivi commento

Commenti: 0